Associazione Sportiva Dilettantistica
Affiliata a:
CSEN Bologna

CONI
Registro Nazionale ASSD n.38042

Vieni anche tu sul Forum
Tripoli Prefecture #079
Prefettura Ufficiale Nazionale

L'ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MODELLISMO SPAZIALE

T-shirt ACME
Indossala anche tu !!

Spain Rocketry - Razzimodellismo in Spagna
ARGOS - Gruppo svizzero

Realizzazione e webdesign:
Acme Webfactory
Contenuti ed articoli realizzati dalla redazione ACME
La sezione "recupero" è stata realizzata con contributi di Juerg Thuering


Tutto il materiale presente su questo sito è esclusivo copyright ACME e non può essere utilizzato senza il consenso del webmaster. Non permessa alcuna pubblicazione di notizie riguardanti questo sito o questa associazione o le sue attività senza il consenso scritto di ACME.

Benvenuto sul sito dell'Associazione Sportiva Dilettantistica ACME Italia!
ACME Italia è un gruppo di appassionati di modellismo spaziale, ovvero l'hobby di costruire e far volare modelli di vettori spaziali o di fantasia utilizzando unicamente motori pronti in commercio. E' un club costituito come associazione sportiva dilettantistica, affiliato al CONI per tramite dell'Ente di Promozione dello Sport AICS. ACME dispone delle attrezzature per i lanci, di un campo appropriato ed autorizzato e di due assicurazioni specifiche per questa attività. I nostri incontri si svolgono sempre in una atmosfera allegra ed amichevole, perchè il nostro scopo è quello di fare modelli e di farli volare per divertirci, grandi o piccoli, semplici o sofisticatissimi che siano. Non amiamo le primedonne, e quei personaggi a cui importa solo mettersi in vista o che prospettano risultati scientifici irraggiungibili: da noi trovi amici, persone sincere, schiette, che si fanno in quattro per aiutarti e per farti sentire parte del gruppo.
ACME Italia è la prefettura ufficiale nazionale dell'associazione americana Tripoli Rocketry Association (l'Ente che regola l'hobby del modellismo spaziale HPR a livello mondiale) da cui è abilitata al rilascio delle certificazioni HPR necessarie per costruire e lanciare modelli di grandi dimensioni!
Su questo sito trovi tutto quello che riguarda questo hobby: informazioni tecniche, eventi, news e regole.
ACME: poche chiacchere, tanti lanci.

Per tutto questo anno i lanci sul nostro solito campo non sono stati possibili a causa della coltivazione del mais, che è già alto nei mesi di inizio della stagione di lancio e purtroppo viene racolto solo molto tardi. Per questo motivo abbiamo dovuto spostare il nostro incontro annuale MIR che quindi si terrà in autunno, venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 ottobre.
E' un periodo molto favorevole perchè le condizoni meteo sono buone, non fa caldo ma neppure freddo e le coltivazioni sono del tutto assenti rendendo disponibile il campo al 100% della sua immensa estensione.

:

  • Quota di partecipazione ridotta: 5,00 Euro in meno dell'anno scorso!
  • Venerdì pomeriggio: lanci experimental (ovvero secondo le regole experimental Tripoli Rocketry Association)
  • Sabato e Domenica: lanci normali (ovvero secondo codici Tripoli e NAR) - Aperti a tutti
  • Cena del venerdi presso Agriturismo "Il Murello" (poche centinaia di metri dal campo) ad un costo dai 20 ai 30 Euro a seconda del menu scelto.
  • Cena del sabato presso "La Dondina", a Budrio (3 chilometri dal campo) con due primi, secondo di carne e abbondanza di magnifici dolci fatti in casa, ad un costo di 30 Euro
  • Pranzi sul campo con pasta fatta in casa, bevande varie e caffè, ad un costo di 10 Euro

INFORMAZIONI DETTAGLIATE E PRENOTAZIONE

Vi ricordiamo che il meeting è aperto a tutti, con modelli piccoli o grandi, semplici o sofisticati e sia ai principianti che agli esperti. Il MIR è l'occasione ideale per conseguire le certificazioni HPR (scrivete prima a info@acmeitalia.org) e per incontrare tanti altri appassionati oltre che per passare tre giorni in allegria dedicandosi alla nostra passione preferita.


MIR 2014 - 10/11/12 October 2014
Our annual meeting will take place on the field in Medicina (Bologna) as every year. You are welcome with your rockets of any size, from the smallest to large HPR.
Briefly, this will be the meeting program:

Friday, 10 october - Experimental day. Starting from 2 PM the field will be opened to experimental launches under Tripoli Experimental Safety Code.

Saturday, 11 October - Commercial launches for the whole day. Lunch will be on the field with pasta and beverages. At night we will have the dinner at "La Dondina", a few kilometers from the field. After the dinner we will have the traditional raffle, with prizes of any kind.

Sunday, 12 October - Commercial launches all the day. Again, lunch will be served on the field.

DETAILED INFO AND RESERVATION

Nel weekend 17/18 maggio si è svolto presso l'Oasi del Quadrone, a Buda di Medicina (BO), il terzo appuntamento col PIC-NIC Aerospaziale, una inizaitiva che negli anni ha riscosso un successo sempre crescente, confermato in pieno anche quest'anno. Per due giorni i bambini delle scuole elementari della zona hanno potuto costruire e lanciare i loro modellini di razzi. Le due giornate sono state fortunatamente favorite dal bel tempo, e l'accogilenza da parte della Fattoria Didattica è stata veramente simpatica. Sabato pomeriggio il primo gruppo di bambini ha costruito e lanciato i modellini forniti da ACME, la sera si è cenato nella fattoria, con abbondante cucina casalinga, poi tutti fuori sul campo ad osservare le stelle con due grandi telescopi, e a visitare l'Oasi naturalistica. Poi, tutti a dormire in tenda. La mattina della domenica la Fattoria ci ha preparato un'ottima colazione con marmellate e dolci casalinghi, e più tardi il secondo gruppo di bambini ha ripetuto quanto fatto il giorno prima.

Due giornate veramente simpatiche, all'insegna del divertimento e della spensieratezza, e molto utili dal punto di vista didattico. Inutile dire che i bambini sono stati entusiasti!

L'appuntamento è naturalmente per l'anno prossimo.

Per la manifestazione è stato ottenuta l'autorizzazione dell'Ente del Traffico Aereo Europeo (EASA), del Comando della Difesa del Nord America (NORAD) di Omaha, dei Marines, della Guardia Nazionale, della RAF, della CIA, e anche dei servizi segreti russi, non si sa mai...

CANSAT Italia 2013Sabato 28 settembre, presso il campo di lancio ACME a Fiorentina di Medicina, si svolgerà la seconda edizione di Cansat Italia. Per chi non lo sapesse, ricordiamo che si tratta di una competizione tra squadre di studenti delle scuole superiori, e consiste nel realizzare "satelliti" delle dimensioni di una lattina da bibite (da qui il termine CAN-Sat) che vengono lanciati ad una quota di 1000 metri a bordo di vettori realizzati per questo scopo. La competizione è organizzata dal Liceo Tassoni di Modena, e vedrà la partecipazione di studenti provenienti da istituti superiori di diverse città d'Italia. All'evento sarà presente anche l'Aeronautica Militare.

ACME Italia fornisce il know-how e il supporto tecnico e logistico per i lanci, ed ha progettato e realizzato gli speciali vettori necessari.

I lanci dei Cansat si svolgeranno prevalentemente al mattino, ma durante tutta la giornata chiunque lo desideri può lanciare i propri modelli proprio come durante uno qualsiasi dei nostri meeting periodici.

Siete tutti invitati sia per assistere alla competizione, sia per provare i vostri modelli!

SRM 2013 - Spanish Rocketry MeetingIl meeting annuale spagnolo cresce di importanza e di partecipazione ogni anno. Questa edizione ha battuto ogni record precedente: ben 118 lanci di cui 17 sperimentali. Il reportage completo da parte del gruppo organizzatore, SpainRocketry, sarà pronto tra breve ma per ora possiamo raccontare l'esperienza della delegazione di ACME che come ogni anno partecipa al meeting.

Per la prima volta in oltre 10 anni il tempo non è stato estivo, anzi, non appena arrivati l venerdì sera ci ha accolto una "tormenta" (come si dice in spagnolo) fortissima, con torrenti di acqua lungo la strada e fango dappertutto. La pioggia ha proseguito durante la notte e a tratti per tutta la giornata seguente, lasciando tregua solo verso il tardo pomeriggio. Questo però non ha impedito che i lanci si susseguissero per tutto il giorno, infilandosi tra una goccia e l'altra.

Un'aspetto che abbiamo sempre apprezzato del meeting spagnolo è la varietà dei modelli presenti: dai più piccoli ai più grandi è rappresentato di tutto, proprio come dovrebbe accadere in ogni meeting. Ci sono stati modelli costruiti da ragazzini con motori A, ma anche bistadio HPR con motori K.

Il nostro gruppo era composto da Piero Valle e Stefano Figini arrivati in auto, e Vyger col figlio Alessandro e Luca Cerica arrivati in aereo. Piero ha lanciato i suoi modelli Space Shuttle e Soyuz sempre con grandi applausi da parte del pubblico, Luca ha provato il suo nuovo modello Wizz (giusto il nome?) con motore AT J415W, colorato in modo impeccabile. Lancio e recupero perfetti ma il modello è atterrato in una risaia (!) molto distante e c'è voluto del buono per ritrovarlo. Una volta individuato, si è dovuto recuperarlo dalla risaia piena d'acqua, inaccessibile per via terra. La soluzione l'ha fornita il grandissimo proprietario del campo di lancio, Juan Antonio Pirla (si chiama proprio così!) che in meno di mezz'ora ci ha fatto avere un paio di stivaloni ascellari da pescatore. Luca li ha inforcati ed ha potuto attraversare la risaia e recuperare il modello, intatto e neppure bagnato.

Lo stesso Juan Antonio il giorno dopo ha preso il suo aereo ultraleggero per andare a cercare il modello di Rodrigo Borjabad anche lui atterrato a grande distanza, e ritrovato proprio grazie a questo fantastico servizio. Si può dire che l'SRM è l'unico meeting nel quale puoi usufruire del servizio ricerca modelli con l'aereo!

Vyger si è esibito come LCO, riuscendo come sempre a far ridere in 4 lingue diverse più una totalmente inventata ma che stranamente veniva compresa... ha anche lanciato alcuni modelli con risultati altalenanti, ma sicuramente suo figlio Alessandro (6 anni) ha battuto il papà costruendo un modello sul campo usando solo nastro adesivo, e lanciandolo con pieno successo. Il modello, in Nike Smoke della Quest, è stato opportunamento ribattezzato "Nike Scotch" da Luca.

Uno tra i lanci più spettacolari è stato sicuramente il bistadio di Joaquim Gaya, con motore AT J800T nel primo stadio e un CTI J nel secondo. Stiamo attendendo maggiori specifiche sul modello ma Il volo è stato da manuale, con separazione ed accensione perfetta del secondo stadio e recupero a doppia espulsione di entrambi.

Un altro lancio molto atteso è stato quello del Procon, un progetto di equipe al quale hanno partecipato Jesus Manuel Recuenco, Manuel Morales, Kike Perez (ci scusiamo se abbiamo dimenticato qualcuno). Il modello porta un quadricottero radiocomandato nell'ogiva che viene rilasciato all'apogeo e torna a terra in modo indipendente. Dopo le modifiche apportate al sistema di rilascio, che lo scorso anno non aveva funzionato, il quadricottero in questo volo si è separato correttamente ma purtroppo non è riuscito a frenare al caduta a sufficienza ed ha impattato il suolo a velocità eccessiva, danneggiandosi in parte. L'esperimento è molto interessante in ogni caso, e data la complessità alcuni insuccessi sono da mettere in conto. Ma il team del Procon non si lascia certo abbattere e continua a trovare soluzioni migliorative.

La sera di sabato si è tenuta la consueta cena del meeting, con ben 50 persone a tavola. Come sempre l'atmosfera è molto amichevole, si incontrano gli amici di anni che vengono dalla Francia e naturalmente dalla Spagna e si passano tre giornate in compagnia serena e sempre molto piacevole. Il tutto a prezzi incredibilemente contenuti il che, in questo periodo, non è cosa da poco!

Foto di Stefano Figini

A breve saranno disponibili altre foto e filmati

MIR 2013 - 12, 13, 14 luglio 2013Quello di quest'anno è stato un MIR veramente particolare, molto famigliare dato il numero di partecipanti ridotto e decisamente internazionale dato che i partecipanti sono stati per il 99% provenienti dall'estero (Germania, Svizzera, Spagna, Croazia). E' stato anche il "meeting degli ibridi" perchè un gran numero di lanci è stato effettuato proprio con questo tipo di motore.
Durante il meeting l'atmosfera è stata di grande divertimento ed allegria, il fatto di essere meno persone degli scorsi anni ha creato un clima da "scampagnata" che è stato molto apprezzato da tutti, e non sono mancati episodi esilaranti come la "processione" per il trasporto di un gazebo o le solite battute di Vyger. La cena del sabato sera è stata eccellente, presso l'ottimo ristorante "La Dondina", e la riffa che ha seguito è stata la più ricca mai vista fin'ora, con i bellissmi modelli in carbonio offerti da Fabio Mapelli ed altri premi spesso spiritosi. Il tutto condito dall'animazione di Vyger che riesce a far ridere il pubblico in cinque lingue diverse!

Gli episodi da segnalare (in ordine casuale):

  • I ragazzi dell'Università di Roma che sono venuti a trovarci nella giornata di venerdì dedicata all'Experimental. I loro due modelli con motori in PVC hanno avuto alcuni problemi dovuti al materiale di cui era fatto l'involucro del motore ma sono stati due test comunque molto utili. Complimenti a tutto il gruppo!

  • Il Phoenix di Maurizio Pizzigoni che dopo un volo di collaudo perfetto è atterrato nell'unico campo di mais delle vicinanze. Maurizio dice di aver studiato un "sensore di mais" che mette in ogni modello, dato che finiscono sempre lì.

  • I nostri amici croati Ivan e Ivica che sono partiti a testa bassa e hanno scandagliato il campo di mais finchè non hanno ritrovato il modello di Maurizio.

  • Il Nike Smoke di Juerg Thuering che dopo un volo spettacolare ha scelto di atterrare nell'unico canaletto pieno d'acqua nel raggio di due chilometri.

  • Il vento che nella notte ha letteralmente accartocciato i gazebo rendendoli più simili ad un'opera di arte moderna che a delle tende. L'ingegno degli esperti di ACME ha però avuto la meglio ed i gazebo, aggiustati con sofisticate tecnologie rigorosamente autocostruite (leggi: nastro adesivo), hanno retto l'intera giornata di domenica.

  • I modelli di Denis Authier, franco-tedesco proveniente da Monaco di Baviera, tutti spinti da motori ibridi Contrail:
      • la riproduzione in scala 90% del Kramer X4, diametro 7.5" e pesante 14 Kg, con motore Contrail K500. Il Kramer X4 è il primo missile aria-aria della storia, progettato nella Seconda Guerra Mondiale dai tedeschi e montato sotto i caccia FW-190. Il volo ha dimostrato che il modello è stabile nonostante la particolare configurazione, ma richiede un po' di potenza in più perchè il recupero è avvenuto proprio in extremis.
      • l'Eagle Claw, diametro 4" e pesante 12 kg, spinto da un Contrail K500 che lo ha lanciato altissimo con un rumore assordante.
      • Il Mega Cowabunga da 23 Kg di peso e diametro 8", con motore Contrail L1400. Il volo è stato da manuale ed altissimo, ma ha dato inizio ad un piccolo incendio del campo, che essendo coperto di grano tagliato ha iniziato a propagarsi rapidamente. Siamo però intervenuti subito con estintori ed acqua e non ci sono state conseguenze se non qualche metro quadro di stoppie bruciacchiate.

  • Claudia Figini (10 anni), che dopo aver vinto un bellissimo modello di Iris alla riffa del sabato sera lo ha lanciato il giorno dopo con un motore Cesaroni I175WH con volo e recupero perfetti.

  • I lanci di Vyger tutti riusciti. E' un fatto da segnalare perchè veramente unico! In particolare il lancio del suo ibrido è stato perfetto, dopo i tanti tentativi fatti gli anni scorsi.

E' stato un MIR diverso ma persino più divertente di altri, apprezzatissimo da tutti i partecipanti. Come associazione abbiamo la netta sensazione che questa edizione del nostro meeting sarà un eccezionale lancio per le successive. In fondo è proprio il divertimento lo scopo principale del nostro hobby!

Foto di Josè Luis Cortijos
Foto di Baldo Fabio Scotti
Foto di Piero Valle
Foto di Maurizio Pizzigoni
Foto di Vyger

VIDEO

Video di Baldo Fabio Scotti
Video di Piero Valle: velocità normale, slow motion
Video di Vyger: drone quadricopter, videocamera